loading....
http://www.hdtvone.tv/videos/2018/02/06/terry-olivi-il-booktrailer-del-suo-libro-nellindaco-notturno-dialogo-di-un-anno-poesie-la-vita-felice-editore
<object classid="clsid:D27CDB6E-AE6D-11cf-96B8-444553540000" codebase="http://download.macromedia.com/pub/shockwave/cabs/flash/swflash.cab#version=6,0,40,0" width="724" height="413"><param name="allowfullscreen" value="true" /><param name="movie" value="http://www.hdtvone.tv/player.swf" /><param name="flashvars" value="file=https://youtu.be/clMCwrGNYD0&image=" /><embed width="724" height="412" allowfullscreen="true" type="application/x-shockwave-flash" src="http://www.hdtvone.tv/player.swf" pluginspage="http://www.macromedia.com/go/getflashplayer" flashvars="file=https://youtu.be/clMCwrGNYD0&image=" /></object>

martedì 6 febbraio 2018


Terry Olivi, il Booktrailer del suo Libro “Nell’indaco Notturno, Dialogo di un anno [poesie]” – La Vita Felice Editore


Nell’indaco notturno è nato dall’esigenza di comunicare con mio padre in modo, forse, più pacato e profondo di quello avvenuto nella realtà, per arrivare a una composizione di tutti gli attriti. Soprattutto è stata fortissima l’esigenza di fermare quegli attimi di intensa emozione che noi proviamo, quando perdiamo una persona cara. E’ stato bello fermarsi, durante una giornata piuttosto caotica, per esempio, per ascoltare i battiti del proprio cuore, seguire i sentieri, a volte piuttosto strani, di ricordi, di associazioni che salivano prepotentemente alla superficie. Dalla meditazione sul tempo e sulla morte è stato facile avvicinarsi alla natura che in città vuol dire poi giardino o terrazzo. Papà aveva un terrazzo, panoramico su tutta Roma, in cui trascorreva tanto del suo tempo, facendo piccoli lavori manuali. Sicuramente lì avrà assaporato momenti di libertà, il suo pensiero sarà andato all’infanzia, all’adolescenza, quando, insieme alla sua famiglia, lavorava nei campi, in quel di Matelica e più precisamente a Braccano, luogo della sua nascita. Lavoro all’aria aperta, pesantissimo, ma ricco anche di momenti appaganti, vicino al sole, ai venti, a un senso di appartenenza. In quel luogo io ho trovato me stessa, la possibilità di legare le mie radici, la terra, alla città in cui sono cresciuta, ho studiato, ho nutrito le mie curiosità intellettuali, le speranze, i sogni. Ecco perché amo tanto quel terrazzo sull’orizzonte della Città Eterna.
Guardando in su, scopriamo chi siamo.

Terry Olivi

Postfazione di Plinio Perilli

Source: La Vita Felice Editore

 


Redazione

Documentari

  • Terry Olivi, il Booktrailer del suo Libro “Nell’indaco Notturno, Dialogo di un anno [poesie]” – La Vita Felice Editore

  • Greenpeace: scoperta una nuova specie di uccello nelle foreste dell’Indonesia

  • Matera 2019: firmato Accordo Quadro tra Miur ed enti locali per coinvolgere ragazze e ragazzi di tutta Italia nell’anno della Capitale della cultura europea

  • Giorno della Memoria: al Teatro Palladium “Brundibár”

  • Legambiente presenta Pendolaria 2017, la situazione e gli scenari del trasporto ferroviario pendolare in Italia

  • Giovani e dipendenze: i consigli del Bambino Gesù

  • Il Club Fermodellistico Veneziano ed il suo plastico di 80mq a Marghera (VE)

  • Bambino Gesù: separate le gemelline siamesi provenienti dal Burundi

  • Disturbi del comportamento alimentare: diagnosi precoce e prevenzione

  • Premio Nazionale di Divulgazione Scientifica Giancarlo Dosi: al CNR la serata finale il 14 dicembre

  • Presentazione libro “La badessa di Castro. Storia di uno scandalo” il 12 dicembre a Palazzo Barberini

  • #4piccolecose che ci fanno stare bene. Il progetto social di APPI per la sensibilizzazione sull’ipoparatiroidismo

  • Obesità grave: la chirurgia bariatrica guarisce anche il fegato

  • Chi potrà usufruire dei futuri farmaci anti -Alzheimer? Interceptor: un modello di screening della popolazione a rischio

  • Cinema e identità italiana: convegno ed eventi tra Università Roma 3 e Teatro Palladium

  • Rotary – Alzheimer, nel Lazio 70mila malati, in Italia 1.200.000, ma 1 su due non lo sa. Numeri incresciuta, donne più colpite