lunedì 8 gennaio 2018


Marina Militare: Nave Espero in sosta a Larnaka dal 4 al 8 gennaio


L’unità navale é attualmente inserita nel dispositivo nazionale aeronavale Mare Sicuro

La Fregata Espero della Marina Militare Italiana è arrivata a Larnaka, nell’Isola di Cipro, dove effettuerà una sosta tecnica fino al 8 gennaio 2018. L’Unità è impegnata dallo scorso 28 dicembre nell’“Operazione Mare Sicuro”, dispositivo aeronavale il cui compito è di tutelare gli interessi nazionali nel Mediterraneo centrale, garantendo la sicurezza delle linee di comunicazione marittime, il contrasto alla criminalità dedita a traffici illeciti, la protezione dei pescherecci italiani e delle piattaforme estrattive presenti nelle acque internazionali a nord della Libia. Partita da Taranto il primo gennaio, Nave Espero è una delle fregate della classe Maestrale ed è comandata dal Capitano di Fregata Giorgio Occhetto. L’Unità ha un equipaggio di 160 persone, inclusi gli specialisti della Brigata Marina San Marco e della componente elicotteristica della Marina Militare. La sosta operativa nel porto di Larnaka rappresenta una preziosa occasione per rafforzare il rapporto di cooperazione con le Forze Armate locali e durante la visita sono previsti diversi incontri con le autorità locali.

Approfondimenti su Operazione Mare Sicuro

Dal 12 marzo 2015, è stata avviata l’operazione denominata “Mare Sicuro” che, con il suo dispositivo aeronavale, ha il compito di svolgere, in applicazione della legislazione nazionale e degli accordi internazionali vigenti, attività di presenza, sorveglianza e sicurezza marittima nel Mediterraneo centrale a tutela dei molteplici interessi nazionali esposti a crescenti rischi. La presenza del dispositivo aeronavale in alto mare garantisce quindi un importante servizio per la collettività con un’adeguata cornice di sicurezza a tutti i mezzi navali dello Stato e non, impegnati nelle attività di soccorso. Il dispositivo opera in un’area di mare di circa 160.000 km quadrati, situata nel Mediterraneo centrale e prospiciente le coste libiche. Partecipano fino a 4 unità e sono impiegati massimo 700 militari. Nel corso dell’ultimo anno la presenza delle Unità della Marina Militare in questo tratto di mare, particolarmente significativo per gli interessi del nostro Paese, ha permesso infatti di garantire, in cooperazione con il Corpo delle Capitanerie di Porto – Guardia Costiera e con gli altri dispositivi aeronavali operanti in area, la salvaguardia della vita umana in mare e di giungere al fermo di numerosi individui sospettati di condurre attività illecite. Sono stati sventati, inoltre, alcuni tentativi di sequestro a danno di motopesca nazionali ed è stato garantito il supporto alle missioni nazionali presenti sul suolo libico, NAURAS a Tripoli e IPPOCRATE a Misurata.

Redazione

Taged Article and Videos

  • Marina Militare: Nave Espero in sosta a Larnaka dal 4 al 8 gennaio

  • Mare sicuro…. dal mare alla tavola

  • Libia: avviata l’attività di ricognizione

  • Mare Sicuro: il Generale Claudio Graziano rivolge gli auguri alle donne e agli uomini delle Forze Armate dalle Nave Fasan

  • Operazione Mare Sicuro: Cambio del Comandante – Prosegue l’impegno della Marina Militare nel Mediterraneo per la tutela degli interessi nazionali

  • MARINA MILITARE: Il Pattugliatore di Squadra Aviere partecipa alll’operazione NATO “SEA GUARDIAN” – Il controllo e la sicurezza del Mediterraneo sono lo scopo della nuova missione marittima

  • MARINA MILITARE – Nave Mimbelli in soccorso di una nave porta container con incendio a bordo – Il mercantile ha inviato il “mayday” sul canale VHF 16

  • MARINA MILITARE: Avvicendamento al comando dell’Operazione Mare Sicuro

  • MARINA MILITARE: La Fregata Aliseo lascia il servizio attivo – Continua il ridimensionamento della flotta della Marina Militare

  • MARINA MILITARE: Salvate 500 persone al largo della Libia

  • Marina Militare: battezzata la piccola Noa Mary sulla fregata Fasan

  • Continua il grande impegno delle Forze Armate nel salvataggio delle vite umane in mare. Recuperati dalla Marina oltre 2500 tra uomini, donne e bambini

  • MARINA MILITARE – SAR 31 Luglio Nave Grecale Medvac di due Migranti a Lampedusa

  • MARINA MILITARE – SAR 31 Luglio Nave Grecale Soccorsi ai Migranti in difficoltà nel Canale di Sicilia

  • MARINA MILITARE – SAR 1 Agosto Nave Grecale Soccorsi ai Migranti in difficoltà nel Canale di Sicilia

  • MARINA MILITARE – SAR del 30, 31 Luglio e del 1 Agosto – Nave Vega, Nave Grecale, Nave Fasan, Nave Margottini, Nave Bettica, Nave Cigala Fulgosi