loading....
http://www.hdtvone.tv/videos/2015/02/23/gran-gala-cavalli-a-roma-carosello-di-lance-dell-8-reggimento-lancieri-di-montebello-ed-intervista-al-cap-paolo-mezzanotte
<object classid="clsid:D27CDB6E-AE6D-11cf-96B8-444553540000" codebase="http://download.macromedia.com/pub/shockwave/cabs/flash/swflash.cab#version=6,0,40,0" width="724" height="413"><param name="allowfullscreen" value="true" /><param name="movie" value="http://www.hdtvone.tv/player.swf" /><param name="flashvars" value="file=http://youtu.be/LiLhGl85E14&image=" /><embed width="724" height="412" allowfullscreen="true" type="application/x-shockwave-flash" src="http://www.hdtvone.tv/player.swf" pluginspage="http://www.macromedia.com/go/getflashplayer" flashvars="file=http://youtu.be/LiLhGl85E14&image=" /></object>

lunedì 23 febbraio 2015


Gran Gala Cavalli a Roma – Carosello di Lance dell’ 8° Reggimento Lancieri di Montebello ed intervista al Cap. Paolo Mezzanotte


Quello andato in scena al Gran Gala di Cavalli a Roma è stato un carosello di lance magistralmente eseguito dalla Donne e dagli Uomini del 8° Reggimento Lancieri di Montebello ai comandi del Cap. Paolo Mezzanotte. Abbiamo assistito a una serie di figure dove è stata messa in risaldo la simbiosi fra Cavalieri, Amazzoni e Cavalli. Incroci, caroselli, passaggi in schieramento, sempre con l’immancabile lancia, di oltre 2 metri di lunghezza sorretta con la mano destra, mentre con la sinistra si gestivano le redini. Stupendi, e curatissimi, i quadrupedi, che hanno assecondato in maniera perfetta i comandi loro impartiti, e frutto di un duro e quotidiano lavoro svolto all’Ippodromo militare di Tor di Quinto. Il Carosello di Lance ha messo in evidenza le tre andature tipiche, passo, trotto e galoppo, e su queste basi i Militari, hanno inscenato una serie di figure chiuse e salti stravaganti tipici dell’inizio del secolo scorso e basati sul sistema naturale di equitazione, come dai dettami del Cap. Federico Caprilli. In un’atmosfera di gioiosa allegria, veder entrare le Donne e gli Uomini in divisa ha suscitato negli astanti momenti di intensa passione. Gli onori militari tributati al Gen. Di Divisone Guglielmo Miglietta, presente in tribuna d’onore per assistere alla manifestazione, hanno pervaso ogni spazio dell’enorme stand che ha ospitato l’esibizione. In un silenzio quasi religioso osservato dagli spettatori e gli squilli di tromba hanno caricato ancor più di pathos l’atmosfera. Da li in poi è stato solo un crescendo di applausi che hanno sottolineato i vari passaggi, e le varie figure, eseguite dai nostri 33 Militari, di cui 16 Amazoni. L’esibizione si è conclusa, come di consueto, con l’esecuzione del nostro Inno Nazionale. Tutti, nessuno escluso, in piedi sulle tribune, la stragrande maggioranza con la mano sul petto, altri quasi sull’attenti, molti cantandolo, hanno seguito le note dell’Inno degli Italiani, un momento davvero toccante. Onestamente credo sia stato un momento emozionante anche per gli stessi Cavalieri: vedere quella varia umanità stringersi idealmente a loro sulle note dell’inno di Mameli deve essere stato motivo d’orgoglio anche per loro.

Quello andato in scena al Gran Gala di Cavalli a Roma è stato un carosello di lance magistralmente eseguito dalla Donne e dagli Uomini del 8 Reggimento Lancieri di Montebello ai comandi del Cap. Paolo Mezzanotte. Abbiamo assistito a una serie di figure dove è stata messa in risaldo la simbiosi fra Cavalieri, Amazzoni e Cavalli. Incroci, caroselli, passaggi in schieramento, sempre con l’immancabile lancia, di oltre 2 metri di lunghezza sorretta con la mano destra, mentre con la sinistra si gestivano le redini. Stupendi, e curatissimi, i quadrupedi, che hanno assecondato in maniera perfetta i comandi loro impartiti, e frutto di un duro e quotidiano lavoro svolto all’ippodromo militare di Tor di Quinto. Il Carosello di Lance ha messo in evidenza le tre andature tipiche, passo, trotto e galoppo, e su queste basi i Militari, hanno inscenato una serie di figure chiuse e salti stravaganti tipici dell’inizio del secolo scorso e basati sul sistema naturale di equitazione, come dai dettami del Cap. Federico Capriilli. In un’atmosfera di gioiosa allegria, veder entrare le Donne e gli Uomini in divisa ha suscitato negli astanti momenti di intensa passione. Gli onori militari tributati al Gen. Di Divisone Guglielmo Miglietta, presente in tribuna d’onore per assistere alla manifestazione, hanno pervaso ogni spazio dell’enorme stand che ha ospitato l’esibizione. In un silenzio quasi religioso osservato dagli spettatori e gli squilli di tromba hanno caricato ancor più di pathos l’atmosfera. Da li in poi è stato solo un crescendo di applausi che hanno sottolineato i vari passaggi, e le varie figure, eseguite dai nostri 33 Militari, di cui 16 Amazoni. L’esibizione si è conclusa, come di consueto, con l’esecuzione del nostro Inno Nazionale. Tutti, nessuno escluso, in piedi sulle tribune, la stragrande maggioranza con la mano sul petto, altri quasi sull’attenti, molti cantandolo, hanno seguito le note dell’Inno degli Italiani, un momento davvero toccante. Onestamente credo sia stato un momento emozionante anche per gli stessi Cavalieri: vedere quella varia umanità stringersi idealmente a loro sulle note dell’inno di Mameli deve essere stato motivo d’orgoglio anche per loro.


Redazione

Eventi

  • Prima Edizione di Italian Site Awwward

  • Grande successo per la III edizione di Fashion For Women

  • 110° Anniversario della fondazione del Corpo delle Infermiere Volontarie della Croce Rossa Italiana: celebrazione domenica 29 Aprile

  • Aprile in Danza: “Col Corpo Capisco#2” al Teatro Palladium

  •  Nemi ospita la quarta edizione di Borgo DiVino

  • DermArt/Questioni di Pelle: Integratori antiossidanti e cute il 20 aprile

  • Airbnb porta a Civitacampomarano il progetto “Borghi Italiani”

  • 3^ Giornata nazionale della salute della Donna

  • Visioninmusica chiude la stagione ufficiale con gli ACA SECA TRIO

  • I migliori tatuatori al Mondo si riuniscono a Roma per la XIX Edizione dell’International Tattoo Expo Roma

  • Lo stilista Michele Miglionico Ambasciatore del Made in Italy in Montenegro

  • “Prendo in prestito tua moglie” al Teatro D’Andrea di Pratola Peligna il 21 aprile

  • Teatro Palladium: dalla ‘Fedra’ di Seneca “Klamata kardìa” il 20 aprile

  • ELICA e Fondazione Ermanno Casoli presentano Labics con Visonair, a cura di Marcello Smarrelli

  • AAMOD presenta: “La corsa dell’ora”, docu-film e dibattito il 19 aprile

  • Palazzo Barberini : Presentazione libro “Ottavio Leoni (1578-1630). Eccellente miniator di ritratti”, di Yuri Primarosa