lunedì 23 febbraio 2015


Pansa a Verona: “La memoria dei caduti è fonte di ispirazione”


Mercoledì 19 ottobre 1994. Massimiliano Rodolfo Turazza, agente di polizia, viene assassinato a Verona durante una sparatoria con alcuni rapinatori che si preparavano ad assaltare un furgone blindato.
Lunedì 21 febbraio 2005. Giuseppe Cimarrusti e Davide Turazza fratello di Massimiliano, poliziotti della Squadra volante di Verona, vengono uccisi nel corso di un conflitto a fuoco con un investigatore privato che aveva appena ucciso una prostituta. Tre ferite nel cuore dei loro familiari, tre cicatrici nella coscienza di ogni cittadino di Verona. E proprio oggi la città scaligera ha reso omaggio a questi due servitori dello Stato: ai fratelli Turazza è stata infatti intitolata l’Aula magna della caserma “Allegri”, mentre a Giuseppe Cimarrusti quella della questura. A salutare i familiari, il capo della Polizia Alessandro Pansa che ha stretto idealmente, tra le braccia di tutti i poliziotti, i parenti di questi giovani eroi della città. Soprattutto la signora Teresa Turazza che ha perso i suoi due unici figli in modo così drammatico. “Sono qui per onorare la memoria di tre grandi poliziotti, per stare accanto alle loro famiglie e per rinnovare l’impegno della Polizia di Stato, che mi onoro di rappresentare, a portare avanti la loro missione”. Queste le prime parole del Prefetto durante la cerimonia di intitolazione. “Un percorso della memoria”, così lo ha chiamato il questore Danilo Gagliardi che ha voluto questo progetto. Una memoria che non vuole essere sterile celebrazione, ma che intende alimentare la crescita dei valori per i quali, quotidianamente, in ogni angolo d’Italia, i poliziotti scendono in strada per fare il proprio dovere. In questo senso vanno le parole conclusive dell’intervento del capo della Polizia: “Sono certo che l’esempio di Giuseppe, Davide e Massimiliano, che continueranno a vivere assieme ai colleghi nelle strutture che da oggi portano il loro nome, sarà un’ispirazione costante lungo il percorso umano e professionale di ogni componente della questura di Verona e di ogni appartenente alla “grande famiglia” della Polizia di Stato”.

Redazione

Eventi

  • Mese di Darwin: domenica 25 febbraio al Bioparco di Roma Chi non si adatta è perduto!

  • L’Alta Moda Italiana del Fashion Designer Michele Miglionico conquista Buckingham Palace

  • «Guarite tutti!». Dal Bambino Gesù palloncini dorati contro il cancro infantile

  • “Prime donne”: al Palladium il recital di Maria Grazia Schiavo il 19 febbraio in collaborazione col Teatro dell’Opera

  • Teatro Palladium: “Vajont. Quando lassù,” il 16 e 17 febbraio

  • Niko Sinisgalli crea un menù esclusivo per la cena di San Valentino al Ristorante Tazio

  • I numeri del Carnevale di Venezia 2018

  • Manuela Minelli “Contro-Versi, Poesie pret-a-porter” – Il primo libro di poesie vestito dalla stilista d’Alta Moda Sabrina Persechino ed illustrato da Giulia Gorga

  • Concorso della Mascherina più bella

  • Erika Kia è la Maria del Carnevale 2018.

  • Martedì Grasso, ultime sfilate in attesa della presentazione sul palco della Maria del Carnevale 2018 e del tradizionale Svolo del Leon

  • A Matera il primo “Unesco Italian Youth Forum”

  • Renzo Rosso, un’aquila di pace atterra in Piazza San Marco

  • La bellezza di Miss Italia ospite al Carnevale di Venezia. Sul palco di Piazza San Marco sfilano in costume Anna Bardi, Linda Pani e Samira Lui

  • Maschere e riti antichi, pieno successo a Venezia per i “Carnevali della tradizione” proposti dall’Unpli

  • Ultima domenica di Carnevale: va in scena l’asino che scenderà dalla Torre in Piazza Ferretto a Mestre