lunedì 12 febbraio 2018


Il Generale Graziano alla cerimonia di cambio di Comandante del Corpo della Capitaneria di Porto – Guardia Costiera


Questa mattina, presso la sede della Guardia Costiera, ha avuto luogo la cerimonia per il passaggio di consegne del Comando Generale delle Capitanerie di Porto, alla presenza del Ministro delle infrastrutture e dei trasporti, Graziano Delrio, del Capo di Stato Maggiore della Difesa, Generale Claudio Graziano e del Capo di Stato Maggiore della Marina Militare, ammiraglio di squadra Walter Girardelli. Il Generale Graziano nell’evidenziare il particolare impegno profuso in questi anni dalla Capitaneria di Porto nella salvaguardia della vita umana in mare, ha affermato “le attività di ricerca e salvataggio svolte hanno consentito di contenere i drammatici esiti dell’imponente fenomeno migratorio che investe il nostro Paese e tutto il continente Europeo”. Il Capo di SMD ha citato anche i numeri: solo nel 2017 sono stati infatti soccorsi più di 28.000 migranti e 115.000 sono le persone portate in salvo complessivamente in operazioni coordinate dal Comando Generale. “Una serie di risultati importantissimi – ha continuato il Generale Graziano- che non si sarebbero potuti concretizzare senza lo straordinario sforzo operativo ed organizzativo offerto dalle donne e dagli uomini della Guardia Costiera”. Il Capo di SMD in conclusione rivolgendosi al personale schierato ha dichiarato “Le Forze Armate hanno il dovere di porre in essere ogni possibile soluzione per garantire al proprio personale di poter operare al meglio, avendo a disposizione le migliori risorse disponibili e sapendo che la propria sicurezza è sempre tutelata al massimo. È questa una responsabilità imprescindibile dei Comandanti a ogni livello e a cui mai le Forze Armate hanno derogato”. I lusinghieri obiettivi raggiunti in questi anni dalle Capitanerie di Porto sono frutto della lungimirante azione di comando posta in essere dall’Ammiraglio Vincenzo Melone, che lascia oggi l’incarico di Comandante Generale del Corpo e il servizio attivo dopo ben 46 anni di incondizionato impegno. All’Ammiraglio Giovanni Pettorino ha infine augurato ogni successo per l’impegno che sta per assumere.

Redazione

News

  • Proseguono le attività di monitoraggio del lago con il drone

  • Il Generale Claudio Graziano presenzia a Bruxelles ai Comitati Militari dell’UE e della Nato

  • Smog, Italia deferita alla Corte UE. Greenpeace: «Urgente rivoluzionare la mobilità»

  • Missione in Libano: concluso il Corso Special Force Breaching

  • Terminato il 2° Corso Anfibio per il personale della Marina Libica

  • Greenpeace: fare luce sulle formulazioni commerciali a base di glifosato

  • Sottoscritto l’accordo quadro tra il Ministero della Difesa e il DASS per attività in campo spaziale e aerospaziale di tipo civile

  • Bambino Gesù: reumatologia, trovata cura per 3 malattie autoinfiammatorie

  • Scade il 21 maggio il bando per la gestione del costituendo Museo Nazionale Gioacchino Rossini a Pesaro

  • Missione Kosovo: Il MNBG-W supporta i Vigili del Fuoco

  • Cordoglio del Generale Claudio Graziano per il decesso del Generale Becchio “custode dei più alti valori alpini”

  • Afghanistan: Italia a supporto dell’operazione interregionale

  • Nave Alghero termina l’esercitazione multinazionale “Spanish Minex 2018”

  • Termina l’impegno della Fregata Espero nell’Operazione NATO Sea Guardian

  • Nuovo rapporto di Greenpeace: «I petrolieri pronti a “bombardare” anche lo ionio, gli Air Gun minacciano un’area marina di grande valore»

  • Cordoglio del Generale Claudio Graziano per il decesso in servizio del Primo Maresciallo Antonio Carbone